La Cooperativa Paleotur organizza il primo appuntamento per l’estate 2016 di “LOSA E LA LUNA” Abbasanta Venerdì 22 luglio ore 21.30.

La Cooperativa Paleotur organizza il primo appuntamento per l’estate 2016 di “LOSA E LA LUNA” Abbasanta Venerdì 22 luglio ore 21.30.

Nuraghe Losa Abbasanta
Venerdì 22 luglio 2016
Ore 21.30

La Cooperativa Paleotur organizza il primo appuntamento per l’estate 2016 di “LOSA E LA LUNA”, una visita guidata al Parco Archeologico del Nuraghe Losa, in notturna al chiaro di luna.

“LOSA E LA LUNA” si svolgerà per gruppi di almeno 20 persone al costo di € 12.00 a persona. Per motivi di organizzazione vi chiediamo la prenotazione entro mercoledì 20 alle
ore 19.00 al seguente numero 331 91 28 790; oppure all’indirizzo nuraghe.losa@tiscali.it
Vi aspettiamo!

Il nuraghe Losa ad Abbasanta è uno dei più conosciuti e ammirati della Sardegna, per mole, complessità, stato di conservazione e bellezza di strutture. Sta al centro del vasto altopiano basaltico di Abbasanta (quota 317), a poca distanza dall’abitato moderno, su un leggero rialzo del terreno roccioso. Si collega con altri numerosi nuraghi, di cui taluno di ricca architettura, disposti a difesa su quella che è la prima linea, affacciata sul piano del Campidano di Oristano presso il mare di Tharros, del sistema di tavolati vulcanici, dalla morfologia caratteristica, che scendono giù dal piede meridionale della catena del Màrghine, costituendo uno sbarramento naturale alle vie di penetrazione dall’Ovest verso l’interno dell’Isola.Il nuraghe Losa ad Abbasanta è uno dei più conosciuti e ammirati della Sardegna, per mole, complessità, stato di conservazione e bellezza di strutture. Sta al centro del vasto altopiano basaltico di Abbasanta (quota 317), a poca distanza dall’abitato moderno, su un leggero rialzo del terreno roccioso. Si collega con altri numerosi nuraghi, di cui taluno di ricca architettura, disposti a difesa su quella che è la prima linea, affacciata sul piano del Campidano di Oristano presso il mare di Tharros, del sistema di tavolati vulcanici, dalla morfologia caratteristica, che scendono giù dal piede meridionale della catena del Màrghine, costituendo uno sbarramento naturale alle vie di penetrazione dall’Ovest verso l’interno dell’Isola. Il complesso archeologico del Nuraghe Losa è stato oggetto di diverse campagne di scavo già dalla fine dell’Ottocento e per tutto il corso del Novecento. I reperti fino ad ora recuperati permettono di assegnare le fasi più antiche di vita del complesso alla fine del Bronzo Medio e al Bronzo Recente (XIV – XIII sec. a. C.). Al Bronzo Finale (XII – X sec. a. C.) e alla prima età del Ferro (IX –VIII sec. a.C.) risale una quantità di reperti ceramici e bronzei tale da indicare un’intensa frequentazione. Il sito è stato occupato anche in epoca storica: dal periodo tardo-punico (IV – III sec. a. C.) all’età romana repubblicana (II – I sec. a. C.), all’età romana imperiale (I – III sec. d. C.), al periodo tardo-romano (IV –V sec. d. C.), fino all’età bizantina (VI – VIII sec. d. C.).

COME ARRIVARE Il Nuraghe Losa è facilmente raggiungibile da tutti i porti e gli areoporti dell’isola. Il sito è situato a poca distanza dalla S. S. 131 “Carlo Felice”, fra il km 123 e il km 124, all’altezza dello svincolo per Nuoro, sulla destra per chi arriva da Sassari e sulla sinistra per chi arriva da Cagliari.

PALEOTUR soc. coop. 
Gestione Parco Archeologico Nuraghe Losa Abbasanta
tel. 0785.52302
cell.329 7260732 
mail: nuraghe.losa@tiscali.it
sito web: www.nuraghelosa.net
All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
20 Shares
Share18
+12
Tweet
Pin
Email