Presentato ufficialmente il Culture Festival 2014

Si è tenuta oggi 25 luglio nel palazzo Regionale di Viale Trieste la presentazione ufficiale del Culture Festival 2014, giunto ormai alla settima edizione. Alla presenza dell’Assessore Regionale alla Cultura, Maria Claudia Firino, il Maestro Simone Pittau, fondatore e direttore artistico dell’evento, ne ha illustrato le principali peculiarità

Si è tenuta oggi 25 luglio nel palazzo Regionale di Viale Trieste la presentazione ufficiale del Culture Festival 2014, giunto ormai alla settima edizione. Alla presenza dell’Assessore Regionale alla Cultura, Maria Claudia Firino, il Maestro Simone Pittau, fondatore e direttore artistico dell’evento, ne ha illustrato le principali peculiarità.

Logo Culture Festival Sanluri ideato da Simone Pittau

Una vera e propria missione è quella che il direttore artistico dipinge descrivendo la sua creazione: coniugare l’amore per la propria terra con eventi di altissimo livello che gravitano attorno a gran parte delle espressioni artistiche (musica, cinema, fotografia, pittura e scultura) con digressioni verso i temi dell’architettura dell’ambiente e della storia.

Particolarmente soddisfatta è apparsa l’Assessore Firino che ha espresso particolare apprezzamento per l’iniziativa, patrocinata dalla Regione Sardegna, che colloca la Sardegna fra i grandi protagonisti della cultura grazie a eventi così ampi per territorio e tematiche.

I nomi del Culture Festival sono moltissimi e, benchè non ci sia stato il tempo di entrare nel dettaglio, Simone Pittau ha sottolineato come anche l’edizione 2014 si svolga in contesti di eccezionale bellezza e importanza (Il Castello di Sanluri, Il tempio di Antas a Flumini Maggiore, Il grande nuraghe di Santu Antine a Torralba, solo per citarne alcuni) e coinvolga artisti di grandissimo livello tra cui il giovanissimo pianista BEKA GOCHIASHVILI che, a soli 18 anni è considerabile, a detta di molti, “il nuovo Miles Devis del pianoforte”. Anche i concerti delle master class internazionali rappresentano uno dei fiori all’occhiello de festival, come hanno sottolineato all’unisono Simone Pittau e Giuseppe Scarpa dirigente della scuola che, a Santu Lussurgiu. Il piccolo paese del Montiferru accoglierà infatti, saturando per due settimane tutte le strutture ricettive della zona, gli studenti e i docenti creando un clima particolarmente stimolante per i giovani ai quali, sottolinea ancora il dirigente, deve essere data la possibilità di andare oltre gli insegnamenti canonici della scuola e incontrare tutte le forme di espressione artistica. In questi anni è toccato alla musica, chiude Giuseppe Scarpa, in futuro cercheremo di introdurre anche altre forme artistiche.

Hanno chiuso la conferenza gli interventi del responsabile dell’Associazione Casa Natale Antonio Gramsci di Ales e dell’architetto Alceo Vado che ha anticipato alcuni dei contenuti che saranno al centro del convegno “Idea Terrae” che si terrà a Serramanna dal 17 al 19 ottobre.

Il primo appuntamento per il grande pubblico è previsto il prossimo 2 Agosto con il concerti delle Master Class a Santu Lussurgiu e si chiuderà il 20 dicembre a Mogoro, Simone Pittau assicura che ne sentiremo e ne vedremo delle belle anche quest’anno.

 

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
0 Condivisioni
Condividi
+1
Tweet
Pin
Email