Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini mercoledì 22 aprile alle ore 20:30 a Nuoro ingresso gratuito.

Il Mese del Documentario e l'ISRE presentano Stop the Pounding HeartNUORO mercoledì 22 aprile alle ore 20:30 Auditorium “Giovanni Lilliu” via Mereu 56presentano

Stop the Pounding Heart
di Roberto Minervini
Italia-USA, 2013, 98 minuti
NUORO mercoledì 22 aprile alle ore 20:30
Auditorium “Giovanni Lilliu”, via Mereu, 56

Mercoledì 22 aprile 2015 alle ore 20:30 sarà proiettato a Nuoro, presso l’auditorium “Giovanni Lilliu”, Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini, il primo dei cinque film in concorso a Il Mese del Documentario, l’unico festival che raggiunge il suo pubblico in 14 città italiane ed europee per offrirgli il meglio del documentario scelto dai professionisti di questo settore.

Mercoledì 22 aprile 2015 alle ore 20:30 sarà proiettato a Nuoro, presso l'auditorium “Giovanni Lilliu”, Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini, il primo dei cinque film in concorso a Il Mese del Documentario, l’unico festival che raggiunge il suo pubblico in 14 città italiane ed europee per offrirgli il meglio del documentario scelto dai professionisti di questo settore.Il documentario sarà introdotto da Antioco Floris, docente di “Linguaggi del Cinema e della Televisione” presso l’Università di Cagliari.

Come mantenersi retti di fronte ai propri valori? Il film del regista Roberto Minervini porta sullo schermo il delicato ritratto di Sara. Primogenita di una numerosa famiglia di allevatori del Texas cresciuta secondo i precetti della Bibbia, Sara ha pochi anni e molti fratelli. Trascorre i suoi giorni a prendersi cura della fattoria e dei piccoli, mantenendo corpo e mente puri in attesa dell’uomo che la prenderà in moglie. L’incontro con Colby, allevatore di tori e cowboy da rodeo, turba la quotidianità della ragazza precipitandola in una crisi profonda.

«Colby è uno specchio per Sara, la possibilità per lei di riflettere sul suo percorso e le sue scelte, una breccia che apre la mente di Sara e la costringe a mettere in discussione tutto ciò che è sacro per lei» spiega il regista «Vedo anche un forte parallelo metaforico tra i due. Sara lotta per camminare retta verso Dio, e Colby fatica a tenere la sua postura diritta sul toro, una questione di vita o di morte per entrambi»

Esplorazione dell’adolescenza, della famiglia e dei valori sociali, dei ruoli di genere e della difficile convivenza fra giovinezza e religione nell’America rurale, il film è stato presentato in anteprima mondiale al 66o Festival di Cannes e, fra i numerosi riconoscimenti italiani e internazionali, ha vinto il David di Donatello nel 2014. Concorre ora a diventare il miglior documentario italiano dell’anno come finalista del Doc/It Professional Award, il più importante premio di categoria italiano che ha visto più di 150 professionisti del settore votare le migliori opere del Cinema del Reale fra oltre le 80 che hanno partecipato quest’anno.

Il film Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini è uno dei cinque finalisti del Doc/it Professional Award e concorre per diventare il miglior documentario italiano dell’anno.

Queste le altre quattro opere con le quali il film di Minervini si contenderà il Doc/it Professional Award: Sacro GRA di Gianfranco Rosi, SmoKings di Michele Fornasero, The stone river di Giovanni Donfrancesco, Dal profondo di Valentina Pedicini.

Roberto Minervini, nato in Italia, è un regista e scrittore che vive e lavora tra Italia e Usa dopo aver conseguito un Master in Media Studies della New School University di New York.

Stop the Pounding Heart è il terzo capitolo di una trilogia sul Texas, dove il regista vive e lavora, dopo The Passage (2011) e Low Tide (2012), attraverso la quale Minervini si immerge nella natura americana e porta alla luce questioni complesse e controverse di questi luoghi rappresentandole in una realtà aperta di interpretazione.

 

SEDI DEL MESE DEL DOCUMENTARIO 2015

Roma Casa del Cinema
Bari Cineporto in collaborazione con l’Apulia Film Commission
L’Aquila Sala rossa del Gran Sasso Science Institute grazie al Centro Sperimentale di Cinematografia
Milano Cinema Beltrade grazie al Centro Sperimentale di Cinematografia
Napoli Cinema Astra i Cinema Astra in collaborazione con la rassegna Astradoc – Viaggio nel cinema del reale
Nola Cinema Multisala Savoia
Noto Teatro Comunale Di Noto “Tina Di Lorenzo” grazie alla città di Noto e all’Associazione FrameOff
Nuoro Auditorium “Giovanni Lilliu” grazie a ISRE Istituto Superiore Regionale Etnografico
Palermo Sala Bianca Centro, Cantieri Culturali alla Zisa grazie al Centro Sperimentale di Cinematografia
Trieste Cinema Ariston Trieste
Berlino Kino Babylon grazie all’Istituto Italiano di Cultura di Berlino
Parigi Cinéma La Clef grazie all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi
Grenoble Cinéma Le Club grazie all’Associazione Dolce Cinema e a La Maison de L’Image
Londra Istituto Italiano Di Cultura di Londra

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
2 Condivisioni
Condividi
+12
Tweet
Pin
Email