Una scarpetta rossa in ceramica per dire no alla violenza contro le donne.

Una scarpetta rossa in ceramica per dire no alla violenza contro le donne.

È l’iniziativa del Comune di Oristano – una delle città italiane della ceramica, ma anche la città di Eleonora d’Arborea che grazie alla Carta de Logu promulgata nel medio evo è stata antesignana della lotta alla violenza contro le donne – che in vista del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza alle donne, esporrà le scarpette rosse in ceramica realizzate dagli artigiani locali in numerosi punti della città.

Una scarpetta rossa in ceramica per dire no alla violenza contro le donne. È l’iniziativa del Comune di Oristano - una delle città italiane della ceramica, ma anche la città di Eleonora d’Arborea che grazie alla Carta de Logu promulgata nel medio evo è stata antesignana della lotta alla violenza contro le donne – che in vista del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza alle donne, esporrà le scarpette rosse in ceramica realizzate dagli artigiani locali in numerosi punti della città.

“Ma vogliamo fare di più e proporre che tutte le città italiane di antica tradizione ceramica facciano altrettanto – spiegano il Sindaco Andrea Lutzu e l’Assessore all’Artigianato Pupa Tarantini -. Nei prossimi giorni lanceremo la nostra proposta in occasione dell’assemblea nazionale dell’AICC, l’associazione che raggruppa 36 città italiane di antica tradizione ceramica, che si svolgerà a Nove, nei pressi di bassano del Grappa. Sarebbe un bel segnale da parte di città che rappresentano una pezzo significativo della cultura del nostro Paese contro un fenomeno mai come oggi tanto presente, ma le cui reali dimensioni sfuggono ancora a tutti. Occorre dunque creare una coscienza diffusa contro la violenza alle donne e simboli visivi facilmente riconoscibili, capaci di stimolare una riflessione e far cresce una sensibilità diffusa, sono sempre importanti”:

L’iniziativa del Comune, illustrata questa mattina durante una conferenza stampa dal Sindaco Lutzu e dagli Assessori all’Artigianato e ai Servizi sociali Pupa Tarantini e Gianna De Lorenzo, sarà realizzata in città sistemando le scarpette rosse accanto a ogni installazione ceramica già posizionata dal Comune in diversi angoli del centro storico, ma anche in quelle che saranno allestite in futuro.

“La ceramica può diventare un simbolo contro la violenza e i ceramisti oristanesi, i nuovi figoli (Caterina Porcu, CMA, Margherita Pilloni, Arnaldo e Vitaliano Manis), hanno aderito con entusiasmo alla nostra proposta – prosegue l’Assessore Tarantini -. Confidiamo che il nostro gesto possa essere mutuato anche dalle altre città della ceramica”.

“La violenza alle donne è un gravissimo problema sociale aggravato da pastoie burocratiche talvolta mortificanti che non facilitano il ricorso alla denuncia e neanche il reinserimento delle persone coinvolte – aggiunge l’Assessore Tarantini – . Per questo motivo vogliamo promuovere un percorso di inserimento personalizzato, attraverso il coinvolgimento dei ceramisti oristanesi, finalizzato allo sviluppo di competenze e manualità artigiane nel campo della ceramica per facilitare l’uscita dalla situazione di disagio da parte delle donne ospiti della casa antiviolenza Eleonora d’Arborea di Oristano”.

La giornata dedicata alla violenza sulle donne è stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza, invitando i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno.

“All’assemblea nazionale dell’AICC saremo presenti anche con un altro progetto – aggiunge l’Assessore Tarantini – . Proporremo la costituzione della rete nazionale κεραμικά (ceramica in greco) degli istituti d’arte per consentire il dialogo e il confronto creativo tra studenti. La rete, che potrebbe avere come capofila il Liceo artistico Carlo Contini, ha l’intento di rafforzare le competenze degli studenti per il loro inserimento nel mondo del lavoro”.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2017

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
6 Condivisioni
Condividi6
+1
Tweet
Pin
Email