Sassari: Piazza Tola un successo che deve durare nel tempo.

Piazza Tola Sassari«Piazza Tola, un successo che deve durare nel tempo»
Sindaco e assessori incontrano gli operatori commerciali e ristoratori dell’area.

Sassari 21 agosto 2015 – «Fare in modo che piazza Tola continui a essere un luogo attrattivo come lo è oggi e anche di più, perché non sia soltanto un fenomeno del momento o una moda passeggera. È un sito sul quale vogliamo investire». Lo hanno detto nei giorni scorsi il sindaco di Sassari Nicola Sanna, l’assessore alle Attività produttive Alessio Marras, l’assessore all’Ambiente Gianni Carbini e quello alla Mobilità Luca Taras durante un incontro con gli operatori commerciali e i ristoratori della piazza.

All’ordine del giorno della riunione a Palazzo Ducale c’erano argomenti quali la viabilità sulla piazza, l’offerta degli operatori e l’ipotesi di realizzare una associazione di imprese per la cura dell’immagine coordinata, anche con gazebo. L’idea è quella di una piazza come spazio condiviso.

«L’Iti che abbiamo siglato di recente a Cagliari – ha detto il sindaco Nicola Sanna – è destinato anche a garantire investimenti per il sistema di imprese che sviluppino attività in concerto tra loro. Un esempio potrebbe essere un evento coordinato tra gli operatori della piazza, che lavorano assieme per costruire un calendario di appuntamenti che fanno dell’area un vero e proprio luogo di ritrovo». A dare un contributo in questo senso potrebbe anche essere la biblioteca comunale che verrebbe messa a circuito e potrebbe restare a parte anche oltre il solito orario e ospitare eventi di reading.

«Vorremmo che da questa riunione – ha aggiunto il primo cittadino – si iniziassero a costruire le prospettive e si cominciasse a ragionare come un corpo unico. Bisogna evitare che questo successo possa disperdersi anche in termini di servizi».

«È importante che ci si organizzi – ha detto l’assessore alla Attività produttive Alessio Marras – che si raccolgano le idee per questa e, soprattutto, per la prossima stagione per fare in modo che questo successo duri nel tempo».

Gli operatori hanno posto l’accento sulla necessità di attivare una serie di controlli più stringenti da parte delle forze dell’ordine. Quindi si è parlato della pulizia della piazza e del conferimento rifiuti del cartone e del vetro ed è stato ribadito come si debbano evitare situazioni spiacevoli derivanti da volumi della musica troppo alti. Una soluzione, a quest’ultimo caso, potrebbe essere l’organizzazione di un solo spettacolo serale che vede la compartecipazione di tutti gli operatori.

«Possiamo ragionare anche su un brand Piazza Tola – ha fatto notare l’assessore Gianni Carbini – ci deve essere, però, un progetto organico che spinga il “pubblico” a investire». Progetti che potrebbero trovare anche uno sbocco su possibili assi di finanziamento europeo.

A parlare della questione mobilità sulla piazza è stato l’assessore Luca Taras che, in chiusura, ha ricordato come sia ancora possibile incrementare l’utilizzo della stessa piazza. E così se è vero che si rende necessario, per alcuni aspetti, modulare il passaggio delle autovetture, è anche vero che, invece di ordinanze che vietino il passaggio di auto, gli stessi operatori possono occupare maggiori spazi. E, proprio in quest’ambito, è stata ribadita la possibilità di sconto sino al 70 per cento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico.

Entro settembre è previsto un nuovo incontro tra operatori e amministrazione comunale.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
46 Condivisioni
Condividi46
+1
Tweet
Pin
Email