Sassari il 12 e il 18 ottobre 2017 nella Clinica di Psichiatria al San Camillo due giorni interamente dedicati alla donna e alla promozione del suo benessere

Sassari il 12 e il 18 ottobre 2017 nella Clinica di Psichiatria al San Camillo due giorni interamente dedicati alla donna e alla promozione del suo benessere.

A San Camillo la Clinica di Psichiatria si apre all’utenza per l'(H)-Open day della salute mentale in programma il 12 ottobre e per l'(H)-Open day dedicato alle donne in menopausa in calendario il 18 ottobre.

Gli appuntamenti sono stati promossi da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, e vedranno strutture sanitarie e ospedali con i Bollini rosa – 110 in Italia e tra questi l’Aou di Sassari – aprire le proprie porte alla popolazione femminile con consulenze, colloqui, esami strumentali, conferenze e info point dedicati alla salute mentale e alla promozione del benessere in menopausa.

La Clinica di Psichiatria di San Camillo quindi sarà in prima fila per sensibilizzare utenti e familiari all’accesso alle cure, alla promozione di stili di vita sani e alla corretta alimentazione, per abbattere i pregiudizi e superare lo stigma che ancora affligge chi soffre di patologie psichiche.

L’(H)-Open Day sulla salute mentale, in programma il 12 ottobre, dalle 8,30 alle 13,30, ha l’obiettivo di migliorare l’accesso alle cure di disturbi psichici femminili più frequenti. La depressione, a esempio, è uno dei principali problemi che affliggono la popolazione femminile e che ancora oggi viene troppo spesso trascurato.

«Nel Nord Sardegna i sintomi depressivi sono molto diffusi – afferma Liliana Lorettu, direttrice della Clinica di Psichiatria dell'Aou di Sassari – e si parla di dati vicino all'11,30 per cento contro il 6,6 per cento della media nazionale. Un recente studio, presentato a Cagliari dall'associazione Giovani Psichiatri, ha messo in evidenza che la Sardegna risulta essere tra le regioni con più alti tassi di depressione e di suicidi. Parliamo di 20 casi per centomila abitanti – prosegue Liliana Lorettu – contro un 7-8 casi per centomila abitanti in Italia. La malattia mentale è, allora, un fattore di rischio per il suicidio».

«Nel Nord Sardegna i sintomi depressivi sono molto diffusi – afferma Liliana Lorettu, direttrice della Clinica di Psichiatria dell’Aou di Sassari – e si parla di dati vicino all’11,30 per cento contro il 6,6 per cento della media nazionale. Un recente studio, presentato a Cagliari dall’associazione Giovani Psichiatri, ha messo in evidenza che la Sardegna risulta essere tra le regioni con più alti tassi di depressione e di suicidi. Parliamo di 20 casi per centomila abitanti – prosegue Liliana Lorettu – contro un 7-8 casi per centomila abitanti in Italia. La malattia mentale è, allora, un fattore di rischio per il suicidio».

La menopausa è una tappa fisiologica nella vita della donna e rappresenta un momento particolarmente delicato per le profonde modificazioni fisiche e patologiche correlate. «Le reazioni e le modalità di risposta a questo grande cambiamento dipendono da numerosi fattori che – spiega ancora la direttrice della Clinica – possono influire in modo rilevante sulla qualità e sul benessere della donna». Un ruolo fondamentale lo gioca la prevenzione primaria e la valutazione generale dello stato di salute, per identificare situazioni di rischio e definire strategie efficaci di prevenzione e cura.

La prima edizione dell'(H)-Open day dedicato alle donne in menopausa si svolgerà, invece, il 18 ottobre, sempre nei locali della Clinica di Psichiatria a San Camillo, dalle 8,30 alle 13,30.

La menopausa è una tappa fisiologica nella vita della donna e rappresenta un momento particolarmente delicato per le profonde modificazioni fisiche e patologiche correlate. «Le reazioni e le modalità di risposta a questo grande cambiamento dipendono da numerosi fattori che – spiega ancora la direttrice della Clinica – possono influire in modo rilevante sulla qualità e sul benessere della donna». Un ruolo fondamentale lo gioca la prevenzione primaria e la valutazione generale dello stato di salute, per identificare situazioni di rischio e definire strategie efficaci di prevenzione e cura.

«L’obiettivo di queste giornate – conclude Liliana Lorettu – è quello di sensibilizzare la popolazione. Dobbiamo far capire che i disturbi delle donne, la depressione sono patologie che possono essere curate. La soluzione c’è, è a portata di mano e può migliorare la qualità della vita».

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2017
All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
5 Condivisioni
Condividi5
+1
Tweet
Pin
Email