Primavera a Ilbono: 14 – 15 Giugno 2014

Primavera a Ilbono 14 e 15 giugno 2014 programma completo

A Ilbono il 14 e il 15 Giugno 2014 parte la settima tappa di Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia, che vede  coinvolti 10 paesi della Provincia di Nuoro, per conoscere ed assaporare il territorio sardo con tutte le sue tradizioni e perculiarità.

Primavera nel Marghine Ogliastra e Baronia - Ilbono 2014 uva rossa

Programma di Ilbono

Primavera nel Marghine Ogliastra e Baronia 14 e 15 giugno 2014

Sabato 14 giugno
Ore 16.00    Apertura de Is Apposentos ed esibizione degli antichi mestieri. per tutto l’arco della serata degustazione e vendita dei prodotti tipici ilbonesi

Ore 17.00    Casa Museo “Sa omu e is Ducus“; presentazione della commedia in lingua sarda “Boge cun gana” di Giulio Cesare Mameli

Ore 18.00    Casa Museo Sa omu e is Ducus; presentazione del libro di Giuseppe Corongiu Il Sardo una lingua normale.

Ore 19.00    Nel centro storico esibizione del coro polifonico Padentes di Desulo.

Primavera nel Marghine Ogliastra e Baronia - Ilbono 2014 il carro

Domenica 15 giugno
ore 10.00    Apertura de is Apposentos, per tutta la giornata itinerario dell’arte e della storia produttiva ilbonese. nel cuore del centro storico esposizione delle lavorazioni e dei prodotti artigianali

ore 12.00    Su Smurgiu, pasto frugale tipico degli agricoltori e dei pastori durante la giornata lavorativa. degustazione e vendita delle pietanze tipiche ilbonesi

ore 15.00    Centro storico. sfilata itinerante a cura del gruppo folk di ilbono, in mostra piu di 100 costumi tradizionali provenienti da tutta l’isola.

ore 21.30    Piazza Funtana e Idda. Intrattenimento musicale

Primavera nel Marghine Ogliastra e Baronia - Ilbono 2014 i fiori

Apposentos e Piazze
lungo il percorso degli apposentos sarà possibile osservare gli artigiani intenti nell’antico mestiere dell’intaglio. la produzione dei distillati e prodotti oleari.
Le esperte mani delle massaie vi faranno riscoprire i segreti dell’arte del ricamo, della chiusura dei culurgiones e delle produzioni dolciarie tipiche Ilbonesi.

Primavera nel Marghine Ogliastra e Baronia - Ilbono 2014

Nella piazza Andrea Lussu e per le vie del centro storico si potranno ammirare i costumi della tradizione sarda e sarà possibile degustare acquistare i vini, i formaggi, i dolci e altri prodotti tipici locali.

Per tutto l’arco della giornata, usufruendo del servizio navetta, sarà possibile godere di una visita guidata al sito nuragico di Sceri.

Ilbono complesso di Scerì
Ilbono complesso di Scerì.
Il complesso comprende un nuraghe con annesso villaggio e due domus de janas. Il nuraghe è di tipo complesso, con una torre principale alla quale è stato aggiunto, ad una quota inferiore, un altro corpo. L’edificio è realizzato con blocchi di granito squadrati di medie dimensioni; sono disposti alla base in opera poligonale e nelle parti superiori a filari regolarizzati con l’ausilio di zeppe di rincalzo. La torre principale, di pianta circolare, ha ingresso rivolto a sud-est sormontato da un architrave ben lavorato.
Datazione soggetto: sec. XV – sec. XII

Ilbono è un piccolo paese collinare situato tra Lanusei e Tortolì. Nel suo territorio è possibile ammirare numerose domus de janas e aree di grande interesse paesaggistico e archeologico, la più importante quella di Scerì, che custodisce un grande complesso nuragico dell’XI millennio a.c..

Primavera nel Marghine Ogliastra e Baronia - Ilbono 2014 arte tessile

Ai piedi del Gennargentu, circondato da un paesaggio riccamente coltivato a vigneti ed uliveti, si stende l’abitato di Ilbono, il cui nome ha origine probabilmente preromana. Il centro urbano sorge intorno alla piazza principale, chiamata Funtana de Idda, verso cui confluiscono tutte le vie principali del paese. Il territorio conserva tracce della presenza dell’uomo fin dall’epoca neolitica (sepolture in domus de janas di Scerì). Durante l’età medievale fece parte prima del Regno di Calari e dal 1258 del Regno di Gallura. Dopo un breve periodo come possedimento oltremarino del Comune di Pisa (1288-1324), entrò a far parte del Regno catalano-aragonese.

Al centro del paese sorge la chiesa parrocchiale intitolata a San Giovanni Battista, costruita nel XVII su un precedente edificio probabilmente romanico, mentre la chiesa di San Cristoforo, da cui si gode una visuale panoramica su tutto il paese, fu eretta tra il XVII e il XVIII secolo. Di interesse sono, però, anche le due chiese campestri intitolate a San Rocco e San Pietro. Nelle campagne di Ilbono si trova un’interessante area archeologica suggestivamente integrata con l’ambiente naturale, su un torrione granitico parzialmente circondato dal fiume Tèscere. A Scerì sorge un nuraghe complesso in blocchi di granito, circondato da un villaggio. Non lontano, entro due mastodontici massi erratici di granito, vennero scavate due domus de janas di tipo monocellulare.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
5 Condivisioni
Condividi1
+14
Tweet
Pin
Email