Premio nazionale di Federambiente e Legambiente per il Comune di Oristano per la prevenzione dalla produzione dei rifiuti.

L'assessore Sanna ritira il premio di Legambiente a Roma. Premio nazionale di Federambiente e Legambiente per il Comune di Oristano per la prevenzione dalla produzione dei rifiuti.Premio nazionale di Federambiente e Legambiente per il Comune di Oristano per la prevenzione dalla produzione dei rifiuti.
Nella mattina di ieri, 3 marzo 2015,  a Roma, l’Assessore al Decoro urbano del Comune di Oristano Efisio Sanna ha ritirato il premio dalle mani del Presidente Legambiente Vittorio Cogliati Dezza. Insieme a Oristano sono stati premiati il Comune di Trento, la Regione Campania, l’Istat, le imprese Aprica (Gruppo A2A) e Nexive e per il terzo settore il Banco alimentare della Lombardia e l’Istituto Scholè.

Il riconoscimento premia le iniziative del Comune di Oristano sviluppate con il Progetto LEGGEOR (Oristano Leggera): “Primo merito del progetto LEGGEOR – si legge nella motivazione della giuria – è di aver approcciato il tema della prevenzione dei rifiuti da più prospettive, grazie a più linee d’azione rivolte a un diverso contesto di produzione dei rifiuti: la pubblica amministrazione, le mense scolastiche e gli esercizi commerciali. Una quarta linea d’azione relativa alla Sartiglia può in futuro sviluppare di più e meglio l’aspetto della prevenzione dei rifiuti. Per ogni contesto di produzione dei rifiuti il Comune di Oristano ha saputo elaborare gli strumenti più adeguati per coinvolgere gli stakeholder di riferimento e raggiungere i target, dimostrando consapevolezza e accuratezza nelle fasi di progettazione, realizzazione e monitoraggio delle iniziative intraprese”.

“I sistemi più efficaci per la gestione dei rifiuti sono quelli basati, in primo luogo, sulla prevenzione della produzione: con LeggeOr abbiamo agito in questa direzione realizzando numerose azioni per migliorare i processi d’acquisto dell’ente – osservano il Sindaco Guido Tendas e l’Assessore Efisio Sanna -. In questo contesto la Giuria ha apprezzato particolarmente l’elaborazione del manuale per la predisposizione dei bandi per le gare d’appalto nel rispetto di acquisti pubblici verdi: uno strumento che Legambiente ritiene possa essere ripreso anche da altre amministrazioni”.

“In collaborazione con l’Assessore Maria Obinu abbiamo agito anche nelle scuole riducendo la produzione dei rifiuti, migliorando la sostenibilità delle mense pubbliche con un’azione congiunta sui fornitori e sugli utenti, insegnanti, alunni e famiglie – prosegue Sanna -. Abbiamo distribuito 250 eco-kit di stoviglie lavabili in sostituzione di quelle in plastica ottenendo significativi risparmi in termini economici (38 mila Euro in due anni) e di produzione di rifiuti riferiti a un totale di 139.482 pasti annui serviti a 820 bambini che frequentano la scuola primaria”.

“Particolarmente apprezzata – si legge nella motivazione – l’attenzione alle misure adottate nel rapporto costi e benefici, approccio che fa emergere i costi nascosti legati alla produzione dei rifiuti, e soprattutto i benefici legati alla responsabilizzazione dei soggetti coinvolti che attribuisce serietà e legittimazione alle politiche d’investimento in materia di tutela e sostenibilità ambientale”.

Il premio per la prevenzione dalla produzione dei rifiuti è giunto quest’anno alla seconda edizione: “L’iniziativa – precisa Legambiente – nasce per individuare e promuovere le buone pratiche nazionali, valorizzare le esperienze più rilevanti e innovative e stimolare una riflessione sul tema della prevenzione dei rifiuti. Un programma che rappresenta un ponte tra il mondo dei rifiuti e il sistema di produzione e consumo: riguarda da vicino la gestione dei rifiuti e al tempo stesso fa parte di una più ampia strategia di sviluppo economico, industriale, culturale e ambientale che interessa l’uso efficiente delle nostre risorse”.

“Il premio è un importante risultato che ci conferma di aver intrapreso la strada giusta – conclude l’Assessore Sanna -. Un ringraziamento particolare va alle strutture comunali, in particolar modo all’Ufficio Ambiente per aver perseguito e portato avanti questo importante progetto, e a tutti coloro che hanno collaborato con noi alla riuscita dell’iniziativa”.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
0 Condivisioni
Condividi
+1
Tweet
Pin
Email