Monumenti aperti arriva a Sassari il 7 e 8 maggio 2016. Un totale di 45 siti aperti e il viaggio Sassari-Alghero e ritorno con il trenino verde questo e molto di più nella dodicesima edizione di Monumenti aperti a Sassari.

Monumenti aperti arriva a Sassari il 7 e 8 maggio 2016.  Un totale di 45 siti aperti e il viaggio Sassari-Alghero e ritorno con il trenino verde questo e molto di più nella dodicesima edizione di Monumenti aperti a Sassari.

Il patrimonio della città in mostra a Monumenti aperti
Nel fine settimana del 7 e 8 maggio la dodicesima edizione tra storia, cultura e viaggi sul Trenino verde.

Sassari 29 aprile 2016 – Quattro percorsi, più la rete museale della città, per un totale di 45 siti aperti e il viaggio SassariAlghero e ritorno con il trenino verde. Questo e molto di più nella dodicesima edizione di Monumenti aperti che, nel fine settimana del 7 e 8 maggio, coinvolgerà l’intera città e renderà il territorio indiscusso protagonista con i suoi tesori.

Palazzo Ducale Sassari Monumenti aperti 7 e 8 maggio 2016

La manifestazione, organizzata dal Comune di Sassari e coordinata dall’associazione Imago Mundi, anche quest’anno si preannuncia di grande interesse e l’auspicio è quello di replicare le 38.940 visite dell’edizione 2015. Numerosi anche gli eventi collaterali in programma nelle due giornate e che contribuiranno al successo dell’iniziativa. La manifestazione è stata presentata questa mattina alla presenza dell’assessora alle Politiche culturali del Comune di Sassari Raffaella Sau, dell’assesora alla Cultura del Comune di Alghero Gabriella Esposito, del referente regionale di Imago Mundi Alessandro Piludu, e per l’Arst del direttore esercizio ferroviario Sassari-Macomer Giuseppe Roggero e responsabile del settore turistico Trenino verde di Sassari Vinicio Tedde.

Sassari Città Piazza Azuni

L’apertura ufficiale dell’edizione 2016 si svolgerà sabato 7 maggio in piazza Azuni. Qui alle 16 si raduneranno gli studenti e alle 16.30 si svolgerà lo spettacolo degli sbandieratori e dei musici della Città dei Candelieri.

Monumenti aperti a Sassari 7 e 8 maggio 2016. Quattro percorsi, più la rete museale della città, per un totale di 45 siti aperti e il viaggio Sassari-Alghero e ritorno con il trenino verde. Questo e molto di più nella dodicesima edizione di Monumenti aperti che, nel fine settimana del 7 e 8 maggio, coinvolgerà l'intera città e renderà il territorio indiscusso protagonista con i suoi tesori.

Nel cuore del centro storico” (11 siti), “dentro le mura” (11 siti), “oltre le mura” (14), “città e territorio, tra storia e natura” (10) questi i quattro percorsi che i cittadini potranno scegliere di visitare e che, in alcuni casi, si intrecceranno tra loro, nel segno della riscoperta, della cultura e della storia di Sassari e del territorio del Nord Ovest. Tra le novità il percorso gotico catalano (palazzo Farris, casa Montanyanas, casa Catalana) che si potrà completare con il viaggio sul Trenino verde che partirà, per il suo viaggio inaugurale, sabato alle 16,50 dalla stazione di Sassari.

«Un itinerario che porterà i sassaresi ad Alghero e gli algheresi a Sassari, in una sorta di gemellaggio – ha detto l’assessora Raffaella Sau – che vede le due città accomunate da una storia comune».

l viaggio è organizzato in collaborazione con il Comune di Sassari, quello di Alghero, la Fondazione Meta, l’Arst e Trenino verde in occasione della manifestazione che si svolge in contemporanea nelle due città.

Il programma completo del viaggio può essere consultato su siti web del Comune di Sassari (www.comune.sassari.it) e del Trenino verde (www.treninoverde.com) e su Facebook (www.facebook.com/Il-Trenino-Verde-della-Sardegna).

Monumenti aperti viaggi sulla ferrovia Sassari-Alghero sabato 7 e domenica 8 maggio 2016

«È una occasione che abbiamo voluto fortemente – ha aggiunto l’assessora Gabriella Esposito – una opportunità per il nostro territorio dove la fruizione della cultura diventa un grande circuito. I centri storici delle nostre due città sono musei a cielo aperto che trovano un unione attraverso questo movimento itinerante che è il Trenino verde».

Come sistema ferroviario siamo un patrimonio della storia – ha detto Giuseppe Roggero – un patrimonio rotabile che racconta come i nostri avi si muovevano sul nostro territorio.

È stato, invece, Vinicio Tedde ha illustrare l’iniziativa del viaggio inaugurale che, con partenza dalla stazione di Sassari, consentirà ai partecipanti di salire su due carrozze storiche, una Breda del 1930 e una Bauchiero del 1913 che poi saranno trainate da un locomotore del 1957.

«Il fatto di essere riusciti a fare rete – ha detto Alessandro Piludu – è un grande successo, frutto anche di un lavoro che in questi venti anni ha visto al lavoro gratuitamente 50mila volontari e 100 mila studenti che si sono rivelati l’anima di questa manifestazione».

L’assessora Raffaella Sau quindi ha spiegato poi la scelta della copertina della brochure dell’edizione sassarese di Monumenti aperti, nella quale campeggiano i simboli della città scolpiti nella mura cittadine: «Un omaggio a un avvenimento storico importante per Sassari, l’anniversario degli statuti sassaresi che quest’anno compiono 700 anni».

Ritornano i sentieri rurali, dopo una esperienza che ha entusiasmato i tantissimi visitatori che lo scorso anno, per la prima volta, si sono cimentati lungo le stradine della valle del Logulentu. L’edizione 2016 permetterà ai visitatori di ritornare su un’area di grande interesse naturalistico attraverso i percorsi che, fino ai primi decenni del Novecento, collegavano la vallata di Logulentu con l’area di San Francesco, Monti Bianchinu, Filigheddu, Eba Giara, sino ad arrivare nel territorio di Osilo.

Monumenti aperti Sassari 2016 Domenica 8 I Sentieri Rurali

Sono previsti due percorsi ad anello. Il primo di circa 6 km e il secondo di circa 10 km. Entrambi hanno in comune il bellissimo sentiero di Badde Tolta. Il supporto sarà fornito dal Cai e dalla Protezione civile comunale.

Per partecipare all’escursione quest’anno è necessario prenotare tramite il QR code presente sulla locandina, nel libretto informativo o nell’apposita sezione del sito www.comune.sassari.it. Per informazioni telefonare all’Infosassari n. 079 2008072.

Il punto di partenza dei sentieri rurali quest’anno sarà la chiesa campestre di San Francesco che rientra nel percorso “città e territorio, tra storia e natura”, al cui interno sono previste tappe anche a Monte d’Accoddi che lo scorso anno ha richiamato quasi 700 visitatori, all’ex ospedale psichiatrico di Rizzeddu che nell’edizione 2015 ha visto passare oltre 1.800 visitatori. Tra le tappe interessanti di questo percorso quella che condurrà alla scoperta del museo delle macchine agricole e dell’azienda agraria dell’Istituto agrario “N. Pellegrini” la cui nascita è datata 1894.

Monte D'Accoddi Monumenti aperti Sassari 2016

In programma, nel percorso “oltre le mura”, la tappa all’ex ospedale civile “Santissima Annunziata” che ospita adesso la biblioteca universitaria: un complesso monumentale che possiede attualmente circa 300.000 volumi e costituisce, a tutti gli effetti, la memoria storica della città.

Il percorso regala ancora una tappa al palazzo della Fondazione Sardegna che ospita una selezione di opere d’arte che, a partire dall’ultimo decennio dell’Ottocento, percorre fino ad oggi la storia dell’arte sarda. Lo scorso anno fu visitato da 1.310 persone. Particolare interesse, ancora, per il Liceo di Scienze umane Margherita di Castelvì e la Scuola elementare di San Giuseppe, quindi per il Museo Sanna che nel 2015 è stato visitato da 2.000 persone e, infine, casa Cugurra con 1.755 visite nella passata edizione.

Museo Sanna Sassari Monumenti aperti 7 e 8 maggio 2016

Nel cuore del centro storico” particolare interesse per la tappa a Palazzo di Città-Museo della Città che lo scorso ha catalizzato l’attenzione di quasi 1.500 presone; quindi ancora per Palazzo Ducale e le cantine del duca che nel 2015 ha ospitato 1.560 visitatori. Qui rientrano anche le tappe alle chiese di San Nicola, di San Michele e di San Giacomo, di Santa Caterina e della monache cappuccine.

Museo storico della Brigata Sassari

Il percorso “dentro le mura” aprirà ai tesori della Palazzina Tomé (nel 2105 con 610 visite), dell’itinerario gotico catalano, alla storia raccontata nel Museo della Brigata che nella passata edizione ha catturato 2.475 visitatori. Quindi ancora il palazzo dell’Università, palazzo d’Usini e il patrimonio librario della biblioteca comunale.

Da segnalare per il 7 maggio il concerto di Daniele Silvestri al Teatro comunale di Sassari, protagonista dell’anteprima della 18esima edizione di Abbabula. L’evento è organizzato dalla Ragazze Terribili.

Parco di rievocazione storica Ad Signa Milites – Castrum Romano La Crucca Sassari

Torna anche quest’anno l’appuntamento Ad signa milites a La Crucca, con la ricostruzione del castrum romano.

I contenuti informativi della manifestazione corredati da informazioni sempre aggiornate, foto e materiali video sono ospitati nel sito ufficiale della manifestazione www.monumentiaperti.com. Il racconto in diretta della XX edizione di Monumenti aperti si svolgerà sui tre canali ufficiali di Facebook (Monumenti Aperti), Twitter e Instagram (@monumentiaperti). Il tag ufficiale di questa edizione è #maperti16.

Orario delle visite nei siti

  • sabato 7 maggio dalle 17 alle 21;
  • domenica 8 maggio dalle 10 alle 21.

 

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2016
All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
58 Condivisioni
Condividi57
+11
Tweet
Pin
Email