Inaugurazione mostra fotografica e presentazione del libro “ADDOMESTICA LA TUA TIGRE” di Marco Galliero 11 luglio Museo naturalistico del territorio “G. Pusceddu”. La mostra sarà visitabile fino al 4 agosto 2015.

“ADDOMESTICA LA TUA TIGRE”
Viaggio dell’anima e della mente in Birmania, Laos, Cambogia e nord Thailandia
dove il tempo si e’ fermato

Mostra fotografica e presentazione del libro di Marco Galliero

Dal 11 luglio al 04 agosto 2015
Museo naturalistico del territorio “G. Pusceddu”
Strada Lunamatrona-Collinas

La mostra fotografica di Marco Galliero “Addomestica la tua tigre”, dopo essere stata esposta a Mondovì, Asti, Giaveno e Milano, sbarca in Sardegna per essere presentata presso il Museo Naturalistico del Territorio “G. Pusceddu” in occasione del Culturefestival 2015, in partnership con il Consorzio Turistico della Marmilla “Sa Corona Arrùbia” e l’Associazione Terras Onlus di Pabillonis.

La mostra è dedicata al mondo Theravada, ovvero ‘dottrina degli anziani’, la più antica e ortodossa forma di buddhismo (intesa in origine come filosofia di vita e disciplina della mente) ancor oggi predominante in molti paesi dell’Indocina, alla sua gente, ai suoi luoghi di culto ed ai suoi monaci che continuano a diffondere questi insegnamenti.

In rassegna un défilé di immagini e di sensazioni, dalle quali aleggia una diffusa armonia che coinvolge e affascina anche il casuale visitatore. Occhi e visi di bimbi, di donne e di anziani dai quali traspare pace.

Sette le aree tematiche attorno alle quali si articola la mostra: gli anziani e la disciplina educativa, i monaci e la loro giornata, le monache e la loro consuetudine di supporto ai monaci, i fedeli e la pratica devozionale, i luoghi del culto, gli insegnamenti come guida esistenziale e il sentiero di liberazione dalla sofferenza della mente, se lasciata a se stessa.

Inaugurazione mostra fotografica e presentazione del libro “ADDOMESTICA LA TUA TIGRE” di Marco Galliero 11 luglio Museo naturalistico del territorio “G. Pusceddu”. La mostra sarà visitabile fino al 4 agosto 2015.“Il progetto è germogliato in me durante i miei viaggi – dice l’autore, Marco Galliero – ci sono luoghi e popoli che hanno esercitato un forte richiamo sulla mia anima; sono la penisola Indocinese e la catena montuosa dell’ Himalaya. Esplorando più volte quei luoghi e vivendo insieme alla gente del posto ho condiviso i sorrisi dei loro bambini, i momenti di preghiera, la sofferenza, la fatica, il riso, la dolcezza, la saggezza e la loro semplicità.

Ho cercato di fissare con scatti onesti e soggettivi queste emozioni”.

Le 64 fotografie in grande formato sono accompagnate da didascalie con citazioni di autori orientali e occidentali, e dal libro fotografico (con prefazione di Ettore Fili, studioso dell’insegnamento filosofico del Buddha storico) edito in occasione della mostra.

Dal suo recente esordio il progetto è riuscito a garantire per due anni, ad una scuola di oltre 500 bambini del remoto campo profughi Tibetani di Miao, nell’Arunachal Pradesh, il mid day meal, che è spesso l’unico pasto della giornata.

Lo scopo della mostra è di raccogliere fondi per il più che mai bisognoso Nepal, e nello specifico per i bambini Tibetani della Tashi Orphan School di Kathmandu che si trova nel quartiere tibetano di Boudha, in Milan Tole.

Simone Pittau.“Abbiamo colto con grande interesse la possibilità di presentare in Sardegna questa ricca e suggestiva mostra fotografia, un documento che parla per immagini e per gli uomini, le donne e i bambini ripresi di un “viaggio dell’anima e della mente” di popoli e paesi dove il tempo si è fermato, capaci di rivelare una serena dignità umana pur in condizioni spesso difficili ed umili “, evidenzia il direttore artistico del Culture Festival Simone Pittau. “Auspichiamo che il pubblico colga l’invito a conoscere da vicino la bellezza di questo percorso unico e vero”, aggiunge il direttore del Museo Paolo Sirena.

La scuola è dotata di dieci aule, cucina e mensa, palestra, laboratorio, servizi, dormitori separati per ragazzi e ragazze ed altri servizi. Ospita circa 100 bambini ai quali è garantito vitto, alloggio ed insegnamento fino alle classi medie.

Il tutto tramite l’associazione culturale Tibetana di Modena di cui lo stesso Lama Tashi è il fondatore e presidente, www.culturaletibetana.org, nata per promuovere e preservare la cultura Tibetana, non solo per le nuove generazioni del Tibet, ma anche per tutti coloro che hanno a cuore la causa Tibetana. L’organizzazione è assolutamente senza scopo di lucro ed è intenzionata ad aiutare i tibetani bisognosi esiliati in India e Nepal.

“Aiutiamo soprattutto i bambini tibetani, essendo loro che porteranno avanti la cultura di pace millenaria”.

L’inaugurazione della mostra e la presentazione del libro/catalogo avverranno sabato 11 luglio alle ore 18.00 presso il Museo Naturalistico del Territorio “G. Pusceddu.

La mostra rimarrà aperta fino al 4 agosto 2015 con il seguente orario: lunedì 14.00-19.00; dal martedì al giovedì 9.00-13.00 e 15.00-19.00;  venerdì, sabato e domenica orario continuato dalle 9.00 alle 19.00.

 

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2015
All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
4 Shares
Share4
+1
Tweet
Pin
Email