Il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda e il suo Assessore Barbara Argiolas prenderanno parte venerdì 12 e sabato 13 dicembre 2014 alla Conferenza Internazionale su “Diversità culturale, dialogo interculturale e patrimonio culturale intangibile”.

Sindaco di Cagliari Massimo ZeddaIl Sindaco di Cagliari, Massimo Zedda e il suo Assessore alle Politiche per lo Sviluppo Economico e Turistico, Barbara Argiolas, prenderanno parte, venerdì 12 e sabato 13 dicembre, alla Conferenza Internazionale su “Diversità culturale, dialogo interculturale e patrimonio culturale intangibile”, organizzata nel capoluogo sardo dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nell’ambito del Semestre di Presidenza Europea.

Francesca BarracciuLa conferenza sarà ospitata nei locali dell’Hotel Regina Margherita in Viale Regina Margherita a Cagliari e avrà come protagonisti i rappresentanti istituzionali e i massimi esperti della materia proveniente da tutta Europa e dal Maghreb. Ad aprire i lavori sarà il Sottosegretario ai beni Culturali e al Turismo, Francesca Barracciu. Oltre al Comune di Cagliari, hanno collaborato con il Ministero, per l’organizzazione dell’evento, la Regione Sardegna e la Provincia di Cagliari. Finalità della conferenza internazionale, che tratterà dei temi di dieta Mediterranea, Carnevale, Riti Sacri, Falconeria, Artigianato, Musica Folcloristica, è richiamare l’attenzione della politica, delle istituzioni e della società civile sulle potenzialità e le possibilità che le eredità culturali possano dare per garantire una crescita sociale ed economica sostenibile. Il tutto all’interno del bacino del Mediterraneo che offre innumerevoli possibilità di contatto alle popolazioni che vi si affacciano.

Contemporaneamente alla conferenza, nell’ambito degli stessi temi orientati agli scambi interculturali, aspetto fondamentale per un percorso di pace e progresso, si terrà, sabato mattina, presso il Palazzo Viceregio, una sessione di lavoro parallela, aperta a tutti i rappresentanti degli Stati dell’Unione Europea e di quattro Paesi del Maghreb (Marocco, Tunisia, Algeria, Egitto). L’obbiettivo è quello di condividere e rafforzare strumenti e programmi per il periodo 2014-2020.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
2 Condivisioni
Condividi2
+1
Tweet
Pin
Email