Facoltà di Ingegneria e Architettura dell’Università degli Studi di Cagliari: il 3 marzo lezioni magistrali di Bernardo Secchi e Paola Viganò

Lunedì 3 marzo dalle ore 11.00 e per l’intero pomeriggio, nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria, si terrà un incontro che avrà come protagonisti Bernardo Secchi e Paola Viganò, due figure tra le più accreditate nel panorama dell’urbanistica internazionale.

Cagliari Architettura il 3 marzo lezioni magistrali di Bernardo Secchi e Paola Viganò

La seconda parte della mattinata vedrà gli ospiti impegnati in un confronto su “Cagliari Capitale Europea della Cultura 2019”. Alle ore 12.30, dopo un’introduzione sulla candidatura dell’assessore alla Cultura Enrica Puggioni, Secchi e Viganò verranno guidati dall’urbanista Enrico Corti in un conversazione sull’Europa, la cultura europea e il ruolo di Cagliari nel contesto internazionale.
Quello del 3 marzo vuole essere l’inizio di una serie di momenti di confronto utili all’Amministrazione e alla città per accogliere le riflessioni e i contributi di personalità del mondo della cultura, dell’arte e della società civile, sulla opportunità di rigenerare i nostri territori attraverso l’arte e la cultura.

Programma 3 Marzo 2014

11.00–12.30 “Metamorfosi dell’ordinario”, lezione magistrale di Paola Viganò
12.30–13.30 “Cagliari Capitale Europea della Cultura 2019” dibattito con Bernardo Secchi e Paola Viganò
13.30–16.00 Pausa pranzo
16.00–18.30 “L’urbanistica si fa con i piedi”, lezione magistrale di Bernardo Secchi

Bernardo Secchi

Bernardo Secchi si laurea al Politecnico di Milano con Giovanni Muzio, di cui diviene assistente alla cattedra di Urbanistica presso la Facoltà di Ingegneria. Ha collaborato con Giancarlo De Carlo alla redazione del Piano Intercomunale Milanese e con Samonà ai piani per la provincia di Trento e della Valle d’Aosta. Ha redatto, con Giuseppe Campos Venuti e Nuno Portas, il piano di Madrid e ha coordinato i piani di Jesi, Siena, Abano Terme, Bergamo, Prato, Brescia, Pesaro e Narni, il piano per il centro storico di Ascoli Piceno e i piani territoriali per le province di La Spezia, Pescara e Lecce. Ha vinto i concorsi per il piano di Kortrijk, per una nuova città in Ucraina (con Vittorio Gregotti), per Roma città del Tevere, per il Rectangle d’or di Ginevra e, con Paola Vigano, per Spoornord e per il Theatre Plein ad Anversa, per Ville-Port a St. Nazaire e per La Courrouze a Rennes. Nel 2004 è stato insignito del Dottorato honoris causa all’Università Mendès France di Grenoble e del premio speciale dalla giuria del Grand Prix d’Urbanisme et de l’Art Urbain. È autore di numerosi saggi e pubblicazioni, tra cui Analisi delle strutture territoriali, Un progetto per l’urbanistica, Il racconto urbanistico e La prima lezione di urbanistica. Ha insegnato presso il Politecnico di Milano, all’Università di Leuven, all’ETH di Zurigo, all’IFU di Paris VIII, all’Ecole d’Architecture di Rennes e attualmente insegna presso l’IUAV di Venezia e l’Ecole d’Architecture de Gènève.

Paola Viganò

Paola Viganò, architetto e urbanista, è professore straordinario di Urbanistica presso l’Università IUAV di Venezia. Visiting professor in diverse scuole europee e non (KU Leuven, Louvain-la-Neuve; EPFL Lausanne; Aarhus School of architecture; Harvard GSD…), è coordinatore del Dottorato in Urbanistica presso lo IUAV e membro dell’Executive e dell’Educational Boards dell’European master in Urbanism. Fa parte del comitato scientifico dell’École nationale supérieure d’architecture et de paysage di Lille e dell’École Nationale Supérieure du Paysage di Versailles. Nel 2013 è Chaire Francqui all’UCL di Louvain la Neuve e Grand Prix de l’Urbanisme et de l’Art Urbain. Autrice di numerosi saggi e pubblicazioni, tra cui La città elementare, Territori della nuova modernità, Antwerp: Territory of a New Modernity e Territori dell’urbanistica. Nel 1990 ha fondato “Studio” insieme a Bernardo Secchi e vinto numerosi concorsi internazionali. Tra i progetti realizzati: la nuova piazza del teatro ed il parco di Spoornoord ad Anversa; un sistema di spazi pubblici a Mechelen, il cimitero e la Grote Markt di Kortrijk. “Studio” lavora oggi su diversi progetti urbanistici ed architettonici in Europa, tra questi il quartiere della Courrouze a Rennes (masterplan e realizzazione degli spazi pubblici). Negli ultimi anni “Studio” ha lavorato sulla costruzione di visioni per alcune importanti aree metropolitane: Le Grand Paris, métropole de l’après Kyoto; Bruxelles 2040; Lille 2030; Montpellier 2040 e New Moscow.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
2 Condivisioni
Condividi2
+1
Tweet
Pin
Email