Cortes apertas a Olzai Olzai 13,14 e 15 dicembre

Alla luce dei tragici eventi che hanno colpito l’intera Sardegna e in segno di solidarietà e rispetto, le Amministrazioni comunali di Atzara e Olzai, l’A.s.p.e.n. e la Camera di commercio hanno convenuto di dover rinviare la prossima tappa di Autunno in Barbagia, in programma da venerdì 22 a domenica 24 novembre.

Consapevoli del disagio e difficoltà che dovranno affrontare tutti gli operatori che da tempo stanno preparando con cura le loro manifestazioni, il rispetto per le persone decedute induce tutti ad una momento di solidarietà e riflessione.

La manifestazione è rinviata alle date seguenti: Atzara: 6,7 e 8 dicembre; Olzai 13,14 e 15 dicembre.

http://www.aspenuoro.it/novita/rinvio_autunno_in_barbagia.asp

Cortes apertas a Olzai 22 – 23 – 24 novembre 2013

Cortes apertas 22 - 23 - 24 novembre 2013 Olzai, Dove dormire e dove mangiare a Olzai,

 VENERDÌ 22 NOVEMBRE 2013
ore 15,00 – piazza “Su Nodu Mannu”
apertura delle “Cortes”, punto informazioni e accoglienza.
ore 15,30 – Sala convegni dell’Istituto Mesina
– Presentazione “Guida Turistica di Olzai” tratta dalla collana edita dalla Carlo Delfino Editore “Tutti i Comuni della Sardegna” curata da Salvatore Tola con i saluti dell’Amministrazione Comunale e interventi del curatore del catalogo, dell’editore e dell’autore.
SABATO 23 NOVEMBRE 2013
– Lavorazione dei pani tipici di Olzai (Su pane fresa e pane modde) e degustazione negli antichi forni a legna nella Casa di Mena Verrina in via Roma, e nella corte “Sa domo de zia Zuannica” in via Taloro e nell’antica cucina della Casa Museo Carmelo Floris.
– Nell’antico mulino idraulico nel Rio Bisine: tecniche ed esempi di molitura del grano “Capelli” coltivato nei campi di Olzai .
– Nell’antica sede della Società di Mutuo Soccorso del Bestiame di Olzai, in piazza Sant’Antonio: lavorazione dell’asfodelo ed esposizione di antichi manufatti di uso comune della tradizione contadina, a cura della Pro Loco Bisine. Nello stesso locale sarà possibile ammirare l’antico costume femminile olzaese recentemente riscoperto a seguito di apposita ricerca effettuata dalla Pro Loco Bisine.
– Dimostrazione della lavorazione artigianale del formaggio e della ricotta.
ore 10: Casa Museo Carmelo Floris
Presentazione dei lavori del laboratorio della sedia tipica di Olzai, della impagliatura della sedia, della stuoia, e dei lavori del corso di incisione del legno alla presenza dei maestri e degli allievi e con il saluto dell’Amministrazione Comunale.
Dimostrazioni pratiche dei lavori oggetto dei laboratori compresa l’antica arte dell’intreccio dell’asfodelo.
Nelle sale espositive della Casa Museo Carmelo Floris sarà possibile, inoltre, ammirare due splendidi quadri
a olio del famoso pittore Carmelo Floris ultimamente acquisiti dal Comune nonché di numerosi bozzetti inediti rinvenuti recentemente tra le carte del pittore.
Apertura dei punti di ristoro in diverse cortes nel centro storico con somministrazione di prodotti tipici del territorio.
Ore 15,30: Sala conferenza dell’Istituto Mesina: Presentazione del catalogo delle opere della pinacoteca comunale “Carmelo Floris” con i saluti dell’Amministrazione Comunale e interventi della curatrice dei testi, dr.ssa Marzia Marino, del critico d’arte prof. Nicola Miceli, di prof. Enrico Piras artista e direttore artistico
della Biennale dell’Incisione Italiana e degli artisti.
– dalle ore 15 alle 18
Animazione nel centro storico con l’esibizione degli allievi del corso di organetto della scuola civica di musica dell’Unione dei Comuni Barbagia.

 

 

Olzai, donna con abito tradizionale, Cortes apertas, Autunno in Barbagia, Provincia di Nuoro

 

DOMENICA 24 NOVEMBRE 2013
– Lavorazione dei pani tipici di Olzai (Su pane fresa e pane modde) e degustazione negli antichi forni a legna nella Casa di Mena Verrina in via Roma e nella corte “Sa domo de zia Zuannica” in via Taloro.
– Nell’antico mulino idraulico nel Rio Bisine: tecniche ed esempi di molitura del grano “Capelli” coltivato nei campi di Olzai .
– Nell’antica sede della Società di Mutuo Soccorso del Bestiame di Olzai, in piazza Sant’Antonio: lavorazione dell’asfodelo ed esposizione di antichi manufatti di uso comune della tradizione contadina, a
cura della Pro Loco Bisine. Nello stesso locale sarà possibile ammirare l’antico costume femminile olzaese recentemente riscoperto a seguito di apposita ricerca effettuata dalla Pro Loco Bisine.
– Nella Casa museo “Carmelo Floris” dimostrazione pratica della realizzazione dei lavori di impagliatura delle sedie, dell’intreccio dell’asfodelo e dell’intaglio del legno.
Nelle sale espositive della Casa Museo Carmelo Floris sarà possibile, inoltre, ammirare due splendidi quadri a olio del famoso pittore Carmelo Floris ultimamente acquisiti dal Comune nonché di numerosi bozzetti inediti rinvenuti recentemente tra le carte del pittore.
– dalle ore 10 alle ore 20 il “RURAL BUS”, un autobus dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura e della Riforma Agropastorale, farà tappa ad Olzai per illustrare promuovere e veicolare i contenuti del Piano di Sviluppo Rurale
– dalle ore 15 alle ore 18
Animazione nel centro storico con l’esibizione degli allievi del corso di organetto della scuola civica di musica dell’Unione dei Comuni Barbagia e del Coro polifonico di Olzai.
Sfilata della maschere tradizionali di Olzai a cura dell’Associazione Culturale Maschere Tradizionali “Gulana”.

Apertura dei punti di ristoro in diverse cortes nel centro storico con somministrazione di prodotti tipici del territorio.

DA VISITARE
Casa Mesina: Mostra 1° Biennale dell’Incisione Italiana Carmelo Floris, con le opere realizzate dai maestri dell’arte incisoria italiana.

Retablo della Pestilenza (XV sec.), chiesa Santa Barbara
Retablo (XV sec.), chiesa Sant’Anastasio
Chiesa parrocchiale di San Giovanni (XVII sec.)

Antico mulino idraulico nel Rio Bisine, con dimostrazione della molitura del grano “Capelli” coltivato nel territorio di Olzai.

Casa Museo Carmelo Floris – via Sant’Anastasio
Pinacoteca Carmelo Floris – piazza San Giovanni
Sala Consiglio comunale – “Omaggio a Olzai”, dipinti a olio di Enrico Piras

Mostra fotografica storica “La famiglia Cardia Mesina” – Casa Mesina, via Canonico Fancello
“Sa domo de dottor Franziscu Dore” – via Regina Margherita, con visite guidate nella casa dell’onorevole Francesco Dore, a cura di Lorenzo Dore.

Mostra delle “Medaglie Sacre dal 1600 al 1900”, a cura di Enrico Piras

Per tutta la durata della manifestazione, un trenino percorrerà le vie del centro storico agevolando gli spostamenti dei visitatori.
Servizio navetta per visita all’antico mulino ad acqua.


Organizzazione dell’Evento
Comune di Olzai – www.comune.olzai.nu.it – tel. 0784.55001; fax 0784.55170 email comuneolzai@tiscali.it
Per visite guidate
Casa Museo Carmelo Floris
Società Su ‘Antaru snc: tel. 348.609.47.27 – museocarmelofloris@gmail.com


Dove dormire e dove mangiare a Olzai

  • “B&B I Limoni” di Barbara Azuni, via Cavour 10 – tel. 0784.55290, 349.008.89.472
  • “B&B Quattro G” di Giuseppe Saccu – Corso V. Emanuele 29 – tel. 0784.559030, 338.7609117
  • “B&B Da Peppina” di Giuseppina Atzori – Via Atzuni, 8, tel. 0784.55109
  • “B&B “Sole e Luna” di Melis Gabriella, via Pietro Meloni Satta, 6 cell. 3491590310 email: mariagabriellamelis72gmail.com
  • Agriturismo “Agritur Olzai – Su Pinnettu”, loc. Badu ‘e Carru. Tel. 3683655668
  • “Bar Pizzeria Gardenia” di Franco Noli, via Taloro, tel. 0784.55356 – 346.24.38.260
  • Punto di ristoro ambulante di Maria Giovanna Sechi – Paninoteca e bibite, tel. 340.25.17.161

* Se prenoti avvisa che arrivi dal Portale “leviedellasardegna.eu”.

Portale del Turismo in Sardegna, informazioni turistiche e curiosità, come arrivare nelle località turistiche sarde e cosa vedere, itinerari enogastronomici e culturali.

Dove dormire e dove Mangiare in Provincia di Nuoro

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
4 Condivisioni
Condividi2
+12
Tweet
Pin
Email