Comune di Sassari – Due nuove ordinanze nella lotta al punteruolo rosso

Comune di Sassari - Due nuove ordinanze nella lotta al punteruolo rossoDue nuove ordinanze nella lotta al punteruolo rosso

I proprietari delle palme infestate dovranno segnalarle agli uffici comunali. Previste particolari misure per il taglio, l’interramento o il trasporto in discarica

Il Sindaco di Sassari Nicola Sanna 2014-2019SASSARI 21 gennaio 2015 – E’ lotta serrata al punteruolo rosso. Dopo le numerose misure di intervento adottate già da tempo dall’amministrazione comunale di Sassari, nei giorni scorsi il sindaco Nicola Sanna (nella foto) ha emesso due ordinanze (5 e 6) per contrastare e contenere il temibile coleottero Rhynchophorus ferrugineus che nell’isola sta distruggendo numerosissime palme, e potrebbe essere potenzialmente pericoloso anche per la palma nana (Chamaerops humilis), specie spontanea, caratteristica e peculiare del paesaggio delle coste sarde. Nell’evitare la diffusione delle infestazioni che metterebbero a rischio le piante, questa volta anche i cittadini vengono chiamati a giocare un ruolo importante. I proprietari di palme, infatti, dovranno segnalare la presenza di piante infestate o potenzialmente infestate all’Ufficio tecnico del Comune, direttamente in via Ariosto 1, all’indirizzo mail marinella.osilo@comune.sassari.it o anche via fax ai numeri 079 27.96.64-637, entro 48 ore dall’identificazione della potenziale presenza del punteruolo. Inoltre i proprietari delle piante dovranno provvedere, per proprio conto, all’abbattimento delle palme, le quali verranno poi conferite in un’area preposta dal Comune per lo stoccaggio e il successivo smaltimento.

Punteruolo rossoI cittadini che dovessero vedere una palma infestata in terreni non propri possono, comunque, segnalarlo agli uffici del Settore Ambiente.

In caso di palme irrimediabilmente compromesse dall’attacco del punteruolo e per le quali, pertanto, si renda necessaria l’adozione della misura di abbattimento della pianta, si dovrà procedere all’interramento o alla cippatura della stessa lì dove è stata tagliata, nel rispetto delle misure di precauzione fitosanitaria. Il titolare della palma dovrà comunicare al Settore Ambiente e verde pubblico la data di esecuzione delle operazioni. Nel caso in cui l’operazione di interramento o cippatura non sia attuabile, il titolare della palma abbattuta che ne faccia istanza sarà autorizzato dall’ufficio al trasporto del rifiuto dal punto di taglio al centro di interramento o messa in riserva della palma.

La discarica a Sassari di Scala Erre. Gianni Carbini: «Bisogna ragionare per il dopo Scala Erre» L'assessore oggi in commissione Ambiente per parlare della discarica sulla vecchia provinciale numero 34.Il Comune ha individuato come centro di interramento e messa in riserva o compostaggio la discarica comunale di Scala Erre.

L’autorizzazione al trasporto prevede la compilazione di un modulo reperibile presso gli uffici di via Ariosto, aperti dalle ore 9 alle ore 13, e sul sito web del Comune all’indirizzo http://www.comune.sassari.it/persona/cittadino/ambiente/lotta_punteruolo_rosso.htm.

Il modulo deve essere vistato dai tecnici del Settore Ambiente e verde pubblico e consegnato all’atto del conferimento in discarica delle palme infette.

Il centro sarà aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 7 alle ore 13.

Il trasporto delle palme dal punto di taglio al centro di interramento dovrà essere eseguito con mezzi dotati di teloni o reti antinsetto e privi di fenditure nelle giunzioni per evitare la diffusione dell’insetto durante il trasporto.

 

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
0 Condivisioni
Condividi
+1
Tweet
Pin
Email