Cheremule in Festa Sabato 28 Febbraio 2015 degustazione di vini locali e prodotti tipici per le vie del paese.

Manifestazione con degustazione di vini locali e prodotti tipici per le vie del paese ………… l’Evento Cheremule in Festa sarà accompagnato dalla musica dei SANTA FE’.

Cheremule in festa 2015 Ecco il programma completo del 28 febbraio 2015Con l’acquisto del Bicchiere a 10.00 si potranno degustare i vini e i piatti tipici locali nelle varie postazioni situate per le vie del paese.

Si ringraziano il Parroco, il Sindaco, l’Amministrazione Comunale e la Proloco, l’Associazione Culturale “Boghes”, la Compagnia di Caccia, il comitato Sant’Andrea, il Comitato Sant’Antonio e tutti quelli che hanno dato il Contributo all’Organizzazione dell’Evento.

Vi Aspettiamo Numerosi!!!!!

Sassari 23 febbraio 2015.

Cheremule è un piccolo centro di origine medioevale, situato nella zona del Mejlogu nella provincia di Sassari.Cheremule è un piccolo centro di origine medioevale, situato nella zona del Mejlogu nella provincia di Sassari. E’ immerso in una vegetazione rigogliosa e il suo territorio è ricco di testimonianze archeologiche. Il paese ha attirato l’attenzione scientifica internazionale grazie al ritrovamento di un ominide vissuto nella zona circa 300 mila anni fa.Il paese sorge alle pendici del monte Cuccuruddu, un antico vulcano oramai estinto da circa 180.000 anni.

Cheremule è un piccolo centro di origine medioevale, situato nella zona del Mejlogu nella provincia di Sassari.L’origine del centro risale al Medioevo, l’antico borgo era situato in località Santa Vittoria e venne abbandonato per sfuggire alle pestilenze causate dalle paludi della valle sottostante. Sull’origine del toponimo esistono due ipotesi: una sostiene che questo sia legato alla voce fenicia “Cherem-el”, “vigna di Dio amena”, in quanto il terreno era adatto alla cultura della vite; l’altra ipotizza che Chiaramonti derivi dai termini “Keir-Kejros”, mano, e “mule-mulè-mulia”, molino, in quanto nell’area furono rinvenuti numerosi mulini primitivi azionati a mano. Il centro storico, rimasto praticamente intatto, si sviluppa intorno alla chiesa parrocchiale di San Gabriele Arcangelo, risalente al Cinquecento, e presenta alcuni tipici edifici ottocenteschi.

Cheremule è un piccolo centro di origine medioevale, situato nella zona del Mejlogu nella provincia di Sassari.Il paese è conosciuto per la presenza nel territorio d’incantevoli pinete. Merita una visita il bosco di “Su Tippiri”, costituito da lecci, roverelle e un fitto sottobosco dove è possibile ammirare i tipici muretti a secco costruiti in pietra vulcanica. Il vicino monte Cuccuruddu è una zona faunistica protetta, dove dimorano cinghiali, lepri, donnole, volpi, ricci, martore, gatti selvatici e numerose specie di uccelli: cornacchie, pernici, upupe, ghiandaie, picchi, poiane e astori. Dalle cime del monte è possibile ammirare un panorama incantevole.

Cheremule è un piccolo centro di origine medioevale, situato nella zona del Mejlogu nella provincia di Sassari.La presenza umana nell’area risale al Neolitico, come dimostra l’esteso patrimonio archeologico che comprende imponenti necropoli e numerosi i nuraghi sparsi nel territorio. Particolarmente rinomata e meta di visite è la necropoli di Moseddu, formata da diciotto domus de janas, tra le quali si evidenzia la Tomba Branca, risalente al III millennio a.C., e la Tomba della Cava.

Cheremule è un piccolo centro di origine medioevale, situato nella zona del Mejlogu nella provincia di Sassari.Tra le diverse manifestazioni religiose si ricordano quelle in onore di Sant’Antonio da Padova e San Sebastiano. L’evento è organizzato dai pastori del paese. Di sicuro interesse la festa in onore di Sant’Andrea, il 30 novembre. I festeggiamenti sono organizzati dagli obrieri, un gruppo di sei persone che vengono elette ogni anno in occasione della festa.

La Redazione Le Vie della Sardegna

Le Foto sono del sito del Comune di Cheremule

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
5 Shares
Share5
+1
Tweet
Pin
Email