Cagliari Monumenti Aperti 2016. Alle ore 18 di oggi sabato 14 maggio 2016 oltre 27.0000 firme.

Cagliari Monumenti Aperti 2016 foto conferenza stampa. Cagliari Monumenti Aperti 2016 compie vent'anni. Un traguardo importante che verrà festeggiato il 14 e il 15 maggio con un ricco programma.

Malgrado una mattinata infelice sul versante meteorologico, si è aperta nel migliore dei modi la ventesima edizione di Cagliari Monumenti Aperti. A due ore dalla chiusura degli 81 monumenti sono infatti oltre 27.000 le firme apposte nei 64 principali monumenti.

Alla stessa ora dello scorso anno le firme erano state 20.000.

Fra i siti più visitati, il Palazzo dell’Università con circa 1600 firme, l’Orto Botanico con 1300 firme e l’Ospedale Civile San Giovanni con 1165 firme.

Dei due siti nuovi la Caserma Carlo Alberto ha fatto registrare oltre 800 firme, mentre la Camera di Commercio 320

Dopo la chiusura prevista per le ore 20, le visite proseguiranno domani, per la seconda e ultima giornata, a partire dalle ore 9 e fino alle 20.

Tra le iniziative da segnalare per domani: I racconti di monumenti aperti. Uno spettacolo nel quale i protagonisti di vent’anni fa: Armando Serri, Vito Biolchini, Massimiliano Messina, Massimiliano Rais e Giuseppe Crobu, raccontano come l’associazione Ipogeo ha dato vita a Cagliari Monumenti Aperti. Lo spettacolo, che andrà in scena domenica 15, alle ore 12 e alle ore 17 nel centro comunale Il Ghetto, via Santa Croce 18, vedrà la partecipazione del musicista Alessandro Olla.

E poi i sei percorsi suggeriti per visite tematiche alla città. Il Trentapiedi dei Monumenti 2016: attende i suoi passeggeri in Piazza Yenne, da dove il convoglio pedonale andrà alla scoperta del quartiere di Stampace attraverso le vie, gli scorci caratteristici e i principali monumenti.

L’Itinerario Murales – La Galleria del Sale, una passeggiata tra arte, natura e storia, in cui si riscopriranno luoghi forse troppo spesso dimenticati dai cittadini di Cagliari e quello de Is Murusu de Santa Teresa, nato dopo mesi di lavoro sul territorio per conoscere pareri e impressioni dei cittadini, il progetto Is Murusu de Santa Teresa.

Il Sentiero naturalistico Sella del diavolo, poi un percorso che partendo dalle Fortificazioni Cittadella dei Musei giunge sino a Viale Buoncammino e infine, ma solo domenica sera il Parco Naturale Regionale Molentargius Saline.

Tutte le altre info su monumenti, percorsi ed iniziative sul sito www. monumentiaperti.com e sui libretti disponibili negli infopoint e nei siti.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2016
All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
11 Condivisioni
Condividi11
+1
Tweet
Pin
Email