Visita ad Oristano e Cabras di Laura Boldrini, Presidente della Camera

Sabato 21 Marzo Oristano e Cabras ospiterà la visita di Laura Boldrini, Presidente della Camera.

laura boldrini presidente della camera

Filo conduttore della visita sarda della Presidente Boldrini, da venerdì a domenica, sarà l’omaggio a tre donne che hanno onorato l’isola con il loro operato: Eleonora d’Arborea, Grazia Deledda e Maria Lai. Per rendere omaggio a queste tre donne, la Presidente Boldrini sabato sarà a Oristano e successivamente a Nuoro e Ulassai.

L’iniziativa oristanese è stata presentata questa mattina dai Sindaci di Oristano e Cabras, Guido Tendas e Cristiano Carrus, e dal Segretario di Presidenza della Camera Caterina Pes che ha ideato e organizzato la visita istituzionale e che così spiega così il senso del percorso sardo pensato per Laura Boldrini: “Volevamo che la Presidente prendesse contatto con la parte più femminile dell’isola, quella che resiste e fa impresa, quella delle donne sarde, delle loro arti e dei loro mestieri antichi e moderni. Ecco perché abbiamo pensato a un viaggio di due giorni alla scoperta delle tradizioni più profonde legate all’artigianalità e all’arte con un occhio speciale rivolto al lavoro delle donne”.

 

Venerdì 20 Marzo la visita si aprirà a Cagliari con la partecipazione alla seduta plenaria del Consiglio Regionale sul tema “Il ruolo dei Parlamenti” e successivamente con un incontro con le parti sociali.

Sabato 21 Marzo, la tappa oristanese della visita in Sardegna si aprirà alle 10, in Comune, con l’incontro con le autorità comunali. Il Sindaco Guido Tendas e il Consiglio comunale accoglieranno la Presidente Boldirini nella Sala degli Evangelisti a Palazzo degli Scolopi.

Alle 10,45 la Presidente della Camera sarà al Liceo Classico De Castro dove insieme agli studenti parlerà del “Valore della dignità delle persone e delle diversità nella Carta costituzionale”.

Alle 12,15 a Cabras dove sarà il Sindaco Cristano Carrus ad accoglierla per l’inaugurazione della nuova ala del Museo civico dove saranno esposti gli ultimi reperti rinvenuti nella recente campagna di scavo nella necropoli di Mont’e Prama e alle 13,45 effettuerà una visita alla Peschiera Mar’e Pontis.

Nel pomeriggio, alle 17, la Presidente Boldrini sarà di nuovo a Oristano, al Teatro Garau, per partecipare alla tavola rotonda “Le donne e il lavoro in Sardegna, esperienze a confronto nell’isola che cambia”.

ducato collu ledda

La tavola rotonda di Oristano sarà il momento in cui celebrare l’universo femminile sardo, raccontando storie di donne eccezionali, imprenditrici, creative, artiste che animeranno il dibattito sul palco del Garau. Donne che lavorano e producono fatturato e tradizione. C’è la storia di Daniela Ducato, manager divenuta di recente Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, che ha inventato un sistema per riciclare rifiuti trasformandoli in materiali ad alta tecnologia industriale, e quella di Cristiana Collu, ex direttrice del Man di Nuoro e del Mart di Rovereto, considerata una delle migliori curatrici museali, storie che si intrecciano tra generazioni e ambiti differenti.

Storie di donne che disegnano e illustrano campagne pubblicitarie per brand internazionali come Carolina Melis o che raccontano il contemporaneo con la fotografia come Daniela Zedda e voci di donne come quella di Elena Ledda che miscela la musica popolare sarda al jazz esportando l’isola sui palcoscenici europei. La memoria storica dei beni culturali oristanesi è custodita da una donna: Susanna Naitza che guida la cooperativa che si occupa di recupero, censimento e valorizzazione di archivi, biblioteche o siti archeologici, così come a dirigere le cooperative sociali è Elisabetta Caschili. Altre storie di donne, questa volta imprenditrici che hanno accorciato le distanze tra l’isola e il continente: Alessandra Argiolas che segue il marketing dell’azienda di famiglia che produce formaggi di altissima qualità e Patrizia Sardo, anima del brand Antonio Marras, un’esperienza unica nel campo dell’alta moda per la capacità di trasmettere i codici della tradizione sarda alle passerelle di tutto il mondo. A intrecciare i fili delle vite di queste donne sarà la giornalista Anna Piras, che dal 2013 guida il Tg3 ed è una delle poche donne a capo di una redazione nell’isola.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2015

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
10 Shares
Share10
+1
Tweet
Pin
Email