Referendum, Nicola Sanna: «Un sì per la sostenibilità ambientale». Il sindaco di Sassari invita i cittadini a partecipare al voto scegliendo «secondo la propria coscienza».

Referendum, Nicola Sanna: «Un sì per la sostenibilità ambientale»

Il sindaco di Sassari invita i cittadini a partecipare al voto scegliendo «secondo la propria coscienza».

Nicola SannaSassari Un sì per il referendum sulle trivelle che non vuole essere una chiusura netta, ma che «rappresenta una posizione di appoggio al principio della sostenibilità ambientale e delle risorse del nostro Paese e della Terra in generale». È questa la posizione del sindaco di Sassari Nicola Sanna sul tema che, tra poco meno di una settimana, porterà gli italiani alle urne per pronunciarsi sull’abrogazione oppure no dell’articolo 6 comma 16 del codice dell’ambiente italiano.

«Sono convinto – riprende il sindaco di Sassari – che la questione vera sia quella del rispetto delle risorse di cui possiamo disporre: le abbiamo prese in prestito dai nostri figli e nipoti e non possiamo consumare tutte in una sola vita. Se questo referendum potrà servire a non distruggere completamente le risorse fossili ancora disponibili per poterle trasmettere ai nostri figli e nipoti per una ricchezza strategica futura, allora metterò un segno sul sì».

Referendum «Un sì per la sostenibilità ambientale». Il sindaco di Sassari Nicola Sanna invita i cittadini a partecipare al voto scegliendo secondo la propria coscienza.

«Occorre un segnale – prosegue Nicola Sanna – che incoraggi ancor di più l’Italia e l’Europa, il mondo intero a sfruttare sempre di più e meglio le risorse rinnovabili. Con l’uso smodato delle risorse fossili abbiamo raggiunto risultati straordinari, ora occorre la ragionevolezza nel saper consumare meno energia e in modo più efficiente. In un futuro più remoto potranno tornare a essere necessarie le fonti fossili ma ora la sfida è accettare la regola delle tre erre: ridurre i consumi, risparmiare le risorse, rinnovare l’energia necessaria».

Il primo cittadino sassarese, infine, ricorda che «il referendum rappresenta un importante momento di partecipazione diretta democratica dei cittadini, disciplinato dall’articolo 75 della Costituzione. Il diritto al voto è costato alle generazioni del passato lacrime e sangue e non può e non deve mai essere snobbato. Quindi si partecipi al voto e invito i cittadini ad agire secondo la propria coscienza, scegliendo per un sì o per un no, ma scegliendo».

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
6 Shares
Share6
+1
Tweet
Pin
Email