Il PalaSerradimigni di Sassari ospiterà il campionato regionale di Judo 19 ottobre 2014.

Il PalaSerradimigni di Sassari ospiterà il campionato regionale di Judo 19 ottobre 2014.  Questa mattina, nella sala conferenze di Palazzo Ducale la manifestazione è stata presentata dal sindaco di Sassari Nicola Sanna, dal presidente del Centro sportivo Guido Sieni, Stefano Urgeghe, che organizza l’evento, dall’assessora alle Politiche giovanili e Sport del Comune di Sassari, Maria Francesca Fantato, dal delegato provinciale del Coni Lucio Masia. Per l’occasione è intervenuto anche Franco Sieni, storico organizzatore del trofeo “Guido Sieni” che per 25 anni ha appassionato sportivi giovani e meno giovani.

Judo, a Sassari i campionati regionali assoluti  Il 19 ottobre sui tatami del Palaserradimigni si affronteranno 200 atleti di 50 società isolane.   A organizzare è il Centro sportivo “Guido Sieni” che festeggerà trent'anni di attività

Judo, a Sassari i campionati regionali assoluti
Il 19 ottobre sui tatami del Palaserradimigni si affronteranno 200 atleti di 50 società isolane.
A organizzare è il Centro sportivo “Guido Sieni” che festeggerà trent’anni di attività

SASSARI 13 ottobre 2014 – Il judo torna a Sassari da protagonista e lo farà con il campionato regionale assoluto in programma il 19 ottobre al PalaSerradimigni. Sui tre tatami del palazzetto dello sport di piazzale Segni si affronteranno oltre 200 atleti, di 50 società diverse, provenienti da tutta l’isola, dagli 11 ai 35 anni e anche oltre. A organizzare l’evento è il Centro sportivo “Guido Sieni” che coglierà l’occasione per festeggiare i trent’anni di attività. Si tratta di un ritorno in grande stile, dopo undici anni di assenza, cioè da quando nel 2003 venne disputata l’ultima edizione del Trofeo internazionale “Guido Sieni”, un evento che per venticinque anni ha fatto appassionare piccoli e grandi atleti. In tanti si ritrovavano sugli spalti del palazzetto per ammirare i forti judoka che provenivano da ogni parte del mondo. Per la famiglia Sieni, e per i suoi collaboratori, era un grande sforzo organizzativo premiato dal successo che il pubblico, e gli stessi atleti, attribuivano alla manifestazione.

13 ottobre 2014 Conferenza stampa Judo Sassari

Nel 2008 una parentesi con i campionati regionali organizzati dal Judo Club Torres in occasione dei 50 anni di attività delle società sassarese. L’evento è stato presentato questa mattina, nella sala conferenze di Palazzo Ducale alla presenza del sindaco di Sassari Nicola Sanna, dell’assessora alle Politiche educative, giovani e sport Maria Francesca Fantato e del presidente del Centro sportivo Guido Sieni Stefano Urgeghe, Franco Sieni ideatore del trofeo Sieni e Lucio Masia delegato provinciale del Coni.

«Sassari – ha affermato Nicola Sanna – si conferma città sportiva, con eventi che danno lustro agli atleti e non solo e che dimostrano come ci sia tanta vitalità e un forte impegno da parte delle associazioni sportive cittadine.

«Il Centro sportivo “Guido Sieni” oggi, al suo traguardo dei trent’anni di attività, ci fa tornare in mente quei momenti di 25 anni fa ed è per noi motivo di orgoglio riuscire a dare un supporto, nei limiti delle nostre possibilità, perché la città e lo sport possano avere il giusto risalto», conclude il primo cittadino.

In palio ci saranno 200 medaglie suddivise per le varie categorie in gara e a contendersele altrettanti atleti di oltre 50 società di tutta la Sardegna.

«Si tratta per noi di una occasione importante – ha detto Stefano Urgeghe – che consente di far conoscere ulteriormente il nostro sport e arricchire l’offerta sportiva. Quello che ci preme, però, è fare in modo che questo appuntamento possa essere una occasione di crescita per i nostri ragazzi».

Molta emozione nelle parole del fondatore dello storico trofeo Sieni: «Abbiamo cominciato con poco e con l’aiuto di tutti – ha detto Franco Sieni – che ci sono stati vicini in pochi anni siamo diventati un grande evento. Auguro agli organizzatori la stessa crescita».

Un percorso che il torfeo Sieni negli anni ha tracciato ottenendo una dimensione internazionale e portando a Sassari tante realtà. «Per questi campionati si ritroveranno tra le tremila e le quattromila persone – ha detto il delegato del Coni Lucio Masia – vale a dire tutte le realtà dell’isola. Sono convinto che si possa crescere a piccoli passi e questa società può tracciare un bel percorso».

«Laddove lo sport veicola i principi del rispetto reciproco, della condivisione e di una sana competizione, come in questo caso – ha aggiunto Maria Francesca Fantato –, si va oltre l’agonismo e il divertimento e si coltiva la crescita umana e sociale. E’ questo l’aspetto al quale teniamo maggiormente».

 Conferenza stampa al comune di Sassari col sindaco Nicola Sanna 13 ottobre 2014
Gli incontri sui tre tatami

Ad aprire gli incontri, dalle ore 9,30, saranno gli incontri valevoli per il campionato regionale esordienti B, della fascia tra i 12 e i 13 anni. Per loro ci sono 18 medaglie d’oro, 18 d’argento e 36 di bronzo. Sarà quindi la volta degli incontri del campionato regionale valevole per la categoria cadetti, di età compresa tra 15 e 17 anni. Anche in questo caso ci sono a disposizione 18 medaglie d’oro, 18 d’argento e 36 di bronzo. Il clou lo riserveranno i match valevoli per il campionato regionale assoluto delle categorie junior (18-22 anni) e senior (sino a 35 anni) che, per categorie di peso, si scontreranno tra loro. In palio, in questo caso 14 medaglie d’oro, 14 d’argento e 28 bronzi. In base alle iscrizioni, poi, sono previsti quindi incontri per la categoria master, cioè oltre i 35 anni. Prima delle fasi finali, alle ore 12, è previsto uno spettacolo di mini-judokas che coinvolgerà circa 400 bambini. A guidarli, oltre i vari maestri delle singole scuole di judo isolane, ci saranno in prima fila gli istruttori del Centro sportivo “Guido Sieni”, Simona Cossu Rocca, Paolo Melis, Antonello Taras ed Ernesto Dore. Il campionato regionale assoluto sarà, infine, anche l’occasione per un importante corso di aggiornamento riservato agli ufficiali di gara, arbitri, coordinatori gara e presidenti di giuria. Un plotone di circa 40 atleti per i quali i match della mattina saranno l’occasione per perfezionare l’attività. I giudici saranno impegnati anche la sera per una sessione dedicata allo studio degli incontri e a individuare eventuali sbavature. Da segnalare la presenza del giudice internazionale Tonino Chiurlya che garantirà un valido supporto per tutti i giudici.

 

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
3 Shares
Share3
+1
Tweet
Pin
Email