Comune di Cagliari: SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI, INFORMATICI E TELEMATICI

Comune di Cagliari Comunicati Stampa

INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L’INTERA COLLETTIVITA’ NELLA CITTA’ DI CAGLIARI
  ANTICIPAZIONE PROVVISORIA DEL MESE DI FEBBRAIO 2014

A Cagliari, nel mese di febbraio 2014, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, per la parte congiunturale, ha segnato una variazione del +0,7%, in aumento rispetto al mese di gennaio quando lo stesso indice non aveva segnato alcuna variazione. L’indice tendenziale questo mese segna +0,8%, anche esso in aumento rispetto al +0,2% del mese precedente.

prezzi al consumo cagliari 2014

Principali variazioni per divisione a FEBBRAIO 2014

Prodotti alimentari e bevande analcoliche
La divisione in esame, questo mese, registra una variazione congiunturale del -0,6%, in diminuzione rispetto all’indice del mese precedente, che non aveva avuto alcuna variazione. Il tasso tendenziale si posiziona sul +0,3%, che risulta essere in diminuzione anche esso rispetto al +0,7% del mese di gennaio. In aumento non si segnala alcuna variazione significativa. In diminuzione si segnalano variazioni significative alle classi “Vegetali” -4,3% e “Frutta” -2,5%.

Bevande alcoliche e tabacchi
La divisione, nel mese di febbraio, registra una variazione congiunturale del +0,1%, in controtendenza rispetto al mese precedente quando lo stesso indice era variato del -0,1%. L’indice tendenziale risulta essere +0,2%, in diminuzione rispetto al +0,3% del mese precedente. In aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione non si segnalano variazioni.

Abbigliamento e calzature
Per questa divisione, questo mese, si ha una variazione congiunturale del -0,9%, in diminuzione rispetto al mese precedente quando non si era registrata alcuna variazione. L’indice tendenziale ha una variazione del -0,4%, che risulta essere in controtendenza rispetto al +0,5% del mese precedente. In aumento non si segnalano variazioni. In diminuzione si segnalano variazioni significative alle classi “Scarpe ed altre calzature” e “Indumenti” -1,0%.

Abitazione, acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili
Nella divisione in oggetto, questo mese, si è avuta una variazione congiunturale del +7,4%, in aumento rispetto al mese precedente quando si era avuta una variazione del +0,6%. L’indice tendenziale si posiziona sul +8,2%, in aumento anche esso rispetto al +0,3% del mese di gennaio. In aumento si segnala una sola variazione significativa alla classe “Raccolta rifiuti” +62,6%. Anche in diminuzione si segnala una sola variazione significativa alla classe “Gas” -2,7%.

Mobili, articoli e servizi per la casa
In questa divisione, nel mese corrente, non si è avuta alcuna variazione congiunturale, nel mese precedente si era avuta una variazione del -0,2%. L’indice tendenziale segna +0,9%, in diminuzione rispetto al +1,1% del mese precedente. Nelle singole classi, in aumento come in diminuzione non si segnalano variazioni significative.

Servizi sanitari e spese per la salute
L’indice congiunturale della divisione a febbraio non registra alcuna variazione, nel mese di gennaio lo stesso indice era variato del -0,4%. Anche l’indice tendenziale non registra alcuna variazione, in diminuzione rispetto al +0,1% del mese precedente. Nelle singole classi, in aumento come in diminuzione non si segnalano variazioni significative.

Trasporti
Il tasso congiunturale della divisione a febbraio segna -0,5%, in diminuzione rispetto al -0,3% del mese precedente. L’indice tendenziale non registra alcuna variazione, in diminuzione anche esso rispetto al +1,3% del mese di gennaio. In aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione si registrano variazioni significative alle classi “Trasporto aereo passeggeri” -4,1% e “Trasporto marittimo e per vie d’acqua interne” -2,8%.

Comunicazioni
La divisione, nel mese di febbraio registra una variazione congiunturale del -0,8%, in diminuzione rispetto al -0,1% del mese di gennaio. L’indice tendenziale segna -6,6%, in aumento rispetto al -9,6% del mese precedente. Tra le singole classi, in aumento non si segnalano variazioni. In diminuzione si segnala una sola variazione significativa alla classe “Apparecchi telefonici e telefax” -1,3%.

Ricreazione, spettacoli e cultura
Il tasso congiunturale della divisione a febbraio registra una variazione del -0,2%, in controtendenza rispetto al valore del mese precedente che era +0,1%. L’indice tendenziale registra una variazione del +0,2%, in diminuzione anche esso rispetto al mese di gennaio quando lo stesso indice era variato del +0,9%. In aumento si segnala una sola variazione significativa alla classe “Pacchetti vacanza” +1,4%. In diminuzione si segnalano le variazioni delle classi “Giochi, giocattoli e hobby” -1,7%; “Supporti di registrazione” -1,6%; “Articoli sportivi, per campeggio e attività ricreative all’aperto” -1,5% e “Servizi ricreativi e sportivi” e “Apparecchi fotografici e cinematografici e strumenti ottici” -1,1%.

Istruzione
Questo mese non si registra alcuna variazione congiunturale, così come nel mese precedente. L’indice tendenziale è pari al +0,7%, anche esso con lo stesso valore del mese di gennaio. In aumento come in diminuzione non si segnalano variazioni.

Servizi ricettivi e di ristorazione
Il tasso congiunturale questo mese registra una variazione del +0,1%, in controtendenza rispetto al mese .precedente quando si era avuta una variazione del -0,1%. L’indice tendenziale registra una variazione del -0,5%, così come nel mese di gennaio. In aumento si segnala una sola variazione significativa alla classe “Servizi di alloggio” +1,3%. In diminuzione non si segnalano variazioni.

Altri beni e servizi
Nella divisione, a febbraio l’indice congiunturale registra una variazione del +0,1%, in aumento rispetto al mese precedente quando lo stesso indice non aveva subito variazioni. L’indice tendenziale registra una variazione del -2,1%, in diminuzione rispetto all’indice mese precedente che aveva avuto una variazione del -2,0%. In aumento come in diminuzione non si segnalano variazioni significative.

P.S.: Rispetto al comunicato stampa provvisorio di gennaio, all’atto della pubblicazione dei dati definitivi, sono variati gli indici complessivo da +0,3% a +0,2% il tendenziale, e da +0,1% a invariato il congiunturale e delle divisioni “Prodotti alimentari e bevande analcoliche” da +1,0% a +0,7% il tendenziale, e da +0,3% a invariato il congiunturale; “Bevande alcoliche e tabacchi” da +0,5% a +0,3% il tendenziale, e da +0,1% a -0,1% il congiunturale; “Mobili, articoli e servizi per la casa” da +1,3% a +1,1% il tendenziale, e da invariato a -0,2% il congiunturale e “Altri beni e servizi” da -1,9% a -2,0% il tendenziale, e da +0,1% a invariato il congiunturale in conseguenza di rettifiche effettuate dall’Istat su diverse classi, per assestamenti di ribasamento.

I dati diffusi devono essere considerati provvisori. L’Istat comunicherà i dati definitivi il 13 Marzo 2014.

Il prossimo comunicato stampa provvisorio verrà diffuso lunedì 31 Marzo 2014.

Cagliari, 28 Febbraio 2014

IL DIRIGENTE
(Ing. Claudio D’Aprile)

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
2 Shares
Share1
+11
Tweet
Pin
Email