Ciclone Cleopatra mette in ginocchio la Sardegna. 17 vittime e numerosi danni.

TRATTORI E POSTI LETTO PER AIUTARE LE COMUNITA’ COLPITE
Mezzi con pala per ripristinare la viabilità e agriturismi aperti per accogliere gli sfollati

trattori della solidarietà in sardegna
Solidarietà Coldiretti Sardegna

17 le vittime del Ciclone Cleopatra che ha investito la Sardegna, è l’ultimo bilancio della Protezione civile regionale che segnala anche un disperso a Olbia. La provincia Gallurese è tra le zone più colpite, oltre Olbia anche Arzachena è quella più segnata dalla furia del ciclone, infatti qui è scomparsa un’intera famiglia di brasiliani.

Il maltempo non risparmia il nuorese dove a Torpè si sono registrate altre 4 vittime, e ad Uras nell’oristanese, è deceduta una signora anziana.

ciclone cleopatra in sardegnaIngenti danni al territorio, ma più di tutto centinaia di cittadini costretti ad abbandonare le loro case completamente allagate, migliaia di sfollati che hanno trovato ricovero in strutture pubbliche. Tutte le scuole chiuse nelle zone più colpite dal ciclone e ancora molte strade interrotte.

20 milioni subito per la Sardegna, lo ha detto il premier Enrico Letta dopo la riunione del Cdm che ha dichiarato lo stato di emergenza, mentre il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, ha parlato con il presidente Cappellacci per attivare al più presto possibile l’intervento del Fondo di Solidarietà Ue per le catastrofi naturali.

La Coldiretti Sardegna di concerto con le federazioni provinciali e tutti gli uffici zonali ha attivato immediatamente nelle prime ore della mattinata una cabina di regia operativa per  supportare i soccorritori e la protezione civile in un momento così critico per tutto il territorio sardo. All’appello dell’organizzazione sono numerosi i soci che hanno risposto mettendo a disposizione trattori con pala per poter arrivare più agevolmente sui centri ancora isolati e per ripristinare la viabilità all’interno delle zone più colpite. Anche gli agriturismi hanno risposto con grande disponibilità mettendo a disposizione le loro strutture con gli alloggi.

protezione civile sardegnaGià stamane Coldiretti Sardegna ha inviato fax alla Protezione Civile, a tutte le Prefetture ed ai Comandi dei Vigili del Fuoco comunicando la propria disponibilità a partecipare alle attività di soccorso.

Allo stato attuale, per quanto riguarda il settore agricolo, non è ancora possibile stimare i danni causati dal passaggio del ciclone. Si procederà a verificare in seguito, con più precisione e zona per zona, quanto accaduto; ad un primo sguardo d’insieme, la situazione, al momento, parrebbe rappresentare danni in zone circoscritte.

 Federazione Regionale Coldiretti Sardegna

 CASE ALLEGATE E OVILI ISOLATI
In Gallura e nel Nuorese le situazioni più difficili

Dalle Federazioni Provinciali giungono notizie poche confortanti.
Nel Gallurese e ad Olbia riscontriamo la situazione più complessa: oltre alla difficoltà nelle comunicazioni, per cui risulta arduo anche solo quantificare le aziende che necessitano di aiuto immediato, sono arrivate alcune indicazioni di aziende con gravi danni materiali, forse anche irreparabili. Nella sede di Nuoro sono arrivate oltre una decina di segnalazioni in merito ad aziende agricole completamente isolate, ancora non raggiunte dai soccorsi. Ovviamente non si ha ancora idea concreta di quante altre aziende possano trovarsi nella medesima situazione.
Nel cagliaritano i nostri uffici registrano gravi difficoltà nelle zone di Sanluri Stato, Villacidro e S.Gavino, alcune aziende risultano completamente inagibili.
Sono già decine i trattori con pala meccanica che stanno operando incessantemente su tutto il territorio regionale per cercare di riportare ad un livello accettabile la viabilità sia sulle strade provinciali che sulle strade rurali in modo da rendere fruibili tutti i collegamenti.
Ormai sono quasi duecento i posti letto messi a disposizione tra la Gallura e la Baronia dalle strutture ricettive agrituristiche .

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Translate »
6 Shares
Share6
+1
Tweet
Pin
Email